Vai al contenuto

Guidare in Irlanda: tutto quello che c’è da sapere

Il miglior modo per vivere l’Irlanda è farlo attraverso un viaggio on the road, che ti porti ad esplorare ogni angolo di questa bellissima e affascinante isola! Oggi, un’avventura di questo tipo è alla portata di tutti: è facilissimo, infatti, noleggiare un’auto direttamente in aeroporto per poi avere la libertà di viaggiare in lungo e in largo alla ricerca di bellezze naturali e cittadine incantate.

Powered by GetYourGuide

Il fatto che in Irlanda si guidi a sinistra, che qui la posizione di guida sia invertita rispetto a ciò a cui siamo abituati in Italia e l’idea di dover affrontare strade strettissime e tortuose potrebbe farti desistere o darti ansia, ma non preoccuparti: continua a leggere questo articolo, perché ti spiegherò tutto ciò che dovresti sapere prima di partire per un viaggio on the road in Irlanda!

Guidare in Irlanda; la coloratissima cittadina di Sneem, lungo il Ring of Kerry.
Guidare in Irlanda; Panorama da Dunquin Pier, una delle tappe da non perdere lungo la Slea Head Drive.
Esemplare di montone irlandese al pascolo nei pressi delle scogliere.
Il Conor Pass, nella penisola di Dingle, è tra i più alti passi d'Irlanda.
Guidare in Irlanda; Panorama lungo la Sky Road, nella regione del Connemara.

Noleggio auto Irlanda: come fare

Noleggiare un’auto e guidare in Irlanda è semplice come bere un bicchier d’acqua: le piattaforme di prenotazione sono oramai moltissime, così come le compagnie di noleggio che hanno un banco di accettazione direttamente al terminal dell’aeroporto. Dovrai prenotare online, pagando in anticipo e con carta di credito in base alla durata del noleggio, per poi recarti al banco del check-in una volta atterrato e ritirare le chiavi dell’auto. L’impiegato della compagnia di noleggio ti darà tutte le informazioni che ti servono per ritirare l’auto: potrebbe, infatti, essere necessario prendere una navetta gratuita per arrivare al parcheggio.

Ricordati di presentarti al banco del check-in con i documenti di identità e con la patente italiana, in corso di validità. Devi inoltre avere con te una carta di credito intestata alla stessa persona che ha effettuato la prenotazione. Al banco dovrai pagare eventuali extra (ne parliamo tra poco) e un deposito cauzionale che generalmente si aggira intorno ai 100€, che saranno usati per coprire eventuali danni minori e i pedaggi autostradali (anche di questo parleremo tra poco).

Quando prenoti un’auto a noleggio per guidare in Irlanda, ti consiglio di stipulare sempre una polizza assicurativa completa, che ti copra e che ti tuteli nella maggior parte delle situazioni che potrebbero verificarsi durante il tuo viaggio: è sempre meglio non correre rischi, soprattutto in un Paese in cui si guida sul lato opposto della strada rispetto al nostro, dove il clima è molto variabile e in cui le strade sono spesso strette, tortuose e con poche protezioni.

Il Conor Pass, nella penisola di Dingle, è tra i più alti passi d'Irlanda.
Il Conor Pass, nella penisola di Dingle, è tra i più alti passi d’Irlanda.

Mi sento di darti un consiglio: stipula il contratto assicurativo online, leggendo attentamente tutti i termini di contratto prima di proseguire con la prenotazione. Assicurati di avere con te una conferma della prenotazione, anche cartacea, quando ti recherai al banco del check-in, in modo tale da evitare che ti vengano proposte nuove formule assicurative sul posto: generalmente sono meno convenienti e più costose!

Molti non lo sanno, ma è obbligatorio dichiarare eventuali conducenti aggiuntivi rispetto al conducente principale (che di norma è colui che effettua la prenotazione). Nel caso in cui dovesse verificarsi un problema e alla guida dell’auto ci fosse una persona non autorizzata, infatti, l’assicurazione non risponderebbe. Il costo extra è in media di 70€ – 90€ per ciascun conducente aggiuntivo che viene specificato. Una spesa abbastanza importante che potrebbe farti desistere, ma ribadisco che è molto importante farlo per evitare problemi con l’assicurazione, oltre che per viaggiare più tranquilli e sereni.

Ti ricordo inoltre che l’Irlanda del Nord appartiene al Regno Unito, pertanto attraversare il confine comporta il passaggio in uno stato differente. Pur non esistendo frontiere fisiche, le assicurazioni delle compagnie di autonoleggio richiedono una dichiarazione aggiuntiva che può costare fino a 150€ (o 300 GBP se si entra in Irlanda dall’Irlanda del Nord). Se nel tuo viaggio hai intenzione di visitare entrambi i Paesi, quindi, è fondamentale che tu abbia questo permesso speciale, senza il quale rischieresti di incorrere in sanzioni inevitabilmente ben più salate.

Presta attenzione nel caso in cui il navigatore ti proponesse una strada più breve ma che attraversa il confine con l’Irlanda del Nord. Questo accade frequentemente, ad esempio, quando da Dublino si vuole raggiungere il Donegal o viceversa! La strada più breve potrebbe non essere quella più conveniente, ed è sempre possibile aggirare il confine (allungando un pochino i tempi di percorrenza) scegliendo delle strade alternative.

Noleggio auto Irlanda: quanto costa?

Il costo di un autonoleggio in Irlanda è molto variabile a seconda del periodo dell’anno: ovviamente, in alta stagione i costi aumentano esponenzialmente, così come la richiesta, mentre nei periodi meno gettonati i prezzi si abbassano notevolmente. In linea di massima:

  • In alta stagione (luglio-agosto) i prezzi vanno dai 35€/giorno per un’utilitaria ai 50€/giorno per un SUV;
  • Fuori stagione i prezzi vanno dai 10€/giorno per un’utilitaria ai 20€/giorno per un SUV.

A questo si devono aggiungere queste spese extra:

  • Assicurazione completa (super consigliata): prezzo variabile tra i 10€ e i 20€ al giorno;
  • Conducenti addizionali (specificarli è obbligatorio): prezzo variabile tra i 70€ e i 90€ aggiuntivi sul noleggio.
  • Carburante: al momento (aprile 2024) la benzina in Irlanda costa meno rispetto all’Italia, tra 1,69€/litro e 1,75€/litro.

Guidare in Irlanda: cosa cambia?

Detto che in Irlanda si guida sul lato sinistro della strada, le regole al volante sono esattamente le stesse a cui siamo abituati in Italia. Bisogna prestare particolare attenzione:

  • Alle rotatorie: vanno imboccate ovviamente in senso orario, dando la precedenza a destra (è da qui che le auto che hanno già impegnato la rotatoria provengono). Nelle rotatorie a due corsie, una volta immessi bisogna mantenersi sulla corsia più interna (quella di destra), spostandosi su quella sinistra solamente quando è il momento di uscire.
  • Agli incroci: quando si svolta a sinistra, bisogna ricordarsi di immettersi sulla corsia sinistra e di dare la precedenza alle auto provenienti da destra. Quando si svolta a destra, bisogna ricordarsi di immettersi sulla corsia di sinistra, dando precedenza alle auto provenienti da destra e da sinistra.

Se dovessi avere a disposizione un’auto con cambio manuale, non disperare: la posizione delle marce è esattamente la stessa a cui sei abituato (non sono specchiate, se è questa la tua preoccupazione!) anche se ovviamente dovrai utilizzare la mano sinistra per cambiare marcia. Ciò richiede un po’ di tempo per abituarti al nuovo automatismo, ma ti assicuro che non è niente di drammatico: dopo qualche chilometro ci avrai preso dimestichezza e tutto ti verrà automatico!

Una curiosità: i cartelli, in Irlanda, sono in doppia lingua inglese-gaelico, inclusi quelli stradali!

Guidare in Irlanda: autostrade e strade nazionali

Le autostrade in Irlanda sono indicate dalla lettera M all’interno della loro sigla (es. M10) e la segnaletica prevede cartelli con sfondo blu). Il limite di velocità è normalmente di 120 km/h.

Le strade nazionali sono invece indicate dalla lettera N nella sigla (N45) e i cartelli della segnaletica stradale hanno sfondo verde. Il limite di velocità è normalmente di 100 km/h.

Al di fuori di autostrade e strade nazionali, i limiti sono in linea di massima di 60 km/h nei centri abitati e di 80 km/h al di fuori. In ogni caso, non preoccuparti troppo: i limiti di velocità sono sempre chiari ovunque, grazie a una segnaletica davvero impeccabile!

Alcune strade e autostrade irlandesi richiedono il pagamento di un pedaggio. Per evitare spese extra, ti consiglio di configurare il navigatore in modo opportuno: c’è sempre una via senza pedaggi che allunga spesso di pochi chilometri. Il pedaggio è comunque di pochi euro e si paga in contanti o con carta direttamente al casello, ad eccezione della strada principale che esce da Dublino che ha invece un sistema di addebito diretto in base al rilevamento della targa.

Le compagnie di autonoleggio possono trattenere una somma di denaro, in genere intorno ai 100€, per coprire pedaggi ed eventuali danni al veicolo, che vengono poi rilasciati e restituiti al termine del noleggio al netto di quanto speso.

Si può guidare in Irlanda con la patente italiana?

Ovviamente sì, non vi è alcun problema a guidare in Irlanda con la patente italiana: non dovrai fare assolutamente nulla, se non assicurarti che sia in corso di validità!

Si può guidare in Irlanda del Nord?

Sì, certamente, è possibile guidare in Irlanda del Nord, ma valgono le considerazioni che ho fatto poco fa sulla questione dell’attraversamento di frontiera e della conseguente spesa extra dovuta all’assicurazione speciale che gli autonoleggi richiedono se si vuole passare da un Paese ad un altro.

Guidare in Irlanda: qualche dritta

Guidare in Irlanda, soprattutto lungo le strade di campagna e nelle zone più desolate, richiede molta attenzione, specialmente ai limiti di velocità: sebbene il traffico non sia affatto un problema, gli animali hanno spesso la tendenza a sottovalutare il pericolo delle auto e ad attraversare la strada senza preavviso e in modo inaspettato. Pecore, montoni, capre, ma anche cani e gatti possono rappresentare un grosso problema. Insomma … go mall!

Esemplare di montone irlandese al pascolo nei pressi delle scogliere.
Esemplare di montone irlandese. Guidare in Irlanda richiede particolare attenzione a questi animali.

Un altro motivo per il quale dovresti rispettare con grande scrupolo i limiti di velocità (oltre a quelli ovvi, si intende) è che in molti casi anche lungo strade dove il limite è abbastanza lasco potrebbero esserci punti critici come zone di attraversamento studenti, segnalate con le scritte “Slow/Go mall” sull’asfalto con un preavviso piuttosto ridotto.

Se ti troverai ad affrontare strade molto strette, tieni a mente che devi occupare la parte sinistra della carreggiata e rimanere sempre il più a sinistra possibile. Quando un’auto sopraggiungerà dal lato opposto, se non è possibile procedere contemporaneamente, il veicolo più vicino a uno spiazzo ha l’obbligo di fermarsi. Lo spiazzo dove fermarsi è, ovviamente, sempre sul lato sinistro. Di conseguenza, tieni sempre lo sguardo lontano in modo da prevedere in anticipo situazioni difficoltose come, ad esempio, una strettoia o un ponte dove solo un veicolo per volta può transitare. In questo modo eviterai di dover fare retromarcia in brutte situazioni.

Calcolare gli spazi durante le manovre, nei parcheggi e nelle svolte agli incroci non è affatto banale all’inizio: quando procedi lungo la strada, utilizza sempre la linea di mezzeria come riferimento per tenerti sufficientemente lontano dal margine sinistro della carreggiata!

Infine, se dopo aver letto tutte le mie informazioni e ricevuto i miei consigli ti senti ancora insicuro nel guidare in Irlanda, cerca di tenere sempre come riferimento le auto di fronte a te: quando possibile segui chi ti precede, in modo da capire tu stesso e strada facendo come ci si comporta in determinate situazioni.

Le strade panoramiche d’Irlanda

In Irlanda ci sono alcune tra le strade panoramiche più spettacolari di tutta Europa. Tra queste ci sono sicuramente la Sky Road, che che si trova nella regione del Connemara, la Slea Head Drive nella penisola di Dingle e l’anello noto come Ring of Kerry, che effettua il giro della penisola di Iveragh, nella contea di Kerry.

La Sky Road e il Connemara

La Sky Road è la strada panoramica del Connemara: un percorso di circa 16 chilometri che permette di gustare gli scenari più belli che questa porzione d’Irlanda ha da offrire. La “lower road” è la parte di questo itinerario che si snoda lungo la costa, mentre la “upper road” è quella che sale, vertiginosamente, fino al punto più elevato del percorso, un punto panoramico dove sono stati installati anche dei tavolini da pic-nic e dove si possono scattare iconiche foto al paesaggio.

Guidare in Irlanda; Panorama lungo la Sky Road, nella regione del Connemara.
Panorama lungo la Sky Road, nella regione del Connemara.

La Sky Road parte e ritorna a Clifden, una città situata circa 80 chilometri a ovest di Galway. Volendo, può essere percorsa anche a piedi. In alcuni tratti, specie lungo la salita che si dirige verso il punto panoramico, la strada è piuttosto stretta.

La penisola di Dingle e la Slea Head Drive

La Slea Head Drive, a mio avviso la strada panoramica più bella d’Irlanda, inizia a termina a Dingle Town. Ci troviamo nella penisola di Dingle, nella contea di Kerry, e percorrere questa strada ti permetterà di vivere appieno della meraviglia di alcuni luoghi davvero iconici dell’isola:

  • Dunquin Pier, l’antico molo che sorge di fronte alle affascinanti isole Blasket;
  • Dunmore Head, un promontorio dal fascino irresistibile che si affaccia su una vertiginosa scogliera;
  • Coumeenoole Beach, una stretta striscia di sabbia a ridosso di una scogliera dove le onde dell’oceano si abbattono con una violenza inaudita.
Guidare in Irlanda; Panorama da Dunquin Pier, una delle tappe da non perdere lungo la Slea Head Drive.
Panorama da Dunquin Pier, una delle tappe da non perdere lungo la Slea Head Drive.

La Slea Head Drive può essere affrontata sia in senso orario che in senso antiorario. Personalmente suggerisco, a meno di buoni motivi per fare diversamente, di affrontare in senso antiorario dopo essere arrivati a Dingle Town attraverso il Conor Pass. In questo modo si possono fare, nell’ordine, le tappe che ho elencato sopra per poi tornare nella vivace cittadina. La strada che da Dingle sale verso il punto più alto, molto stretta e ripida, permette di godere di un panorama semplicemente assurdo verso l’oceano! In tutto, la Slea Head Drive è lunga 38 chilometri.

Il Ring of Kerry

Rimanendo nella contea di Kerry, un altro percorso molto panoramico e molto celebre è quello del Ring of Kerry. Si tratta di un percorso ricco di saliscendi, che attraversa una serie di passi montani che godono di viste clamorose (ammesso che il cielo sia sgombro da nuvole!), colline e baie, facendo il giro della penisola di Iveragh. Rispetto alle strade panoramiche citate in precedenza, questa è decisamente più lunga: oltre 200 km! Ciò significa che, per percorrerla tutta e godere al giusto ritmo di tutte le bellezze che offre, sono necessari almeno due giorni; ciò non toglie che la si può percorrere anche solamente in parte, oppure tutta in un giorno accelerando i tempi e saltando alcune tappe.

Le tappe che suggerisco di non mancare lungo il Ring of Kerry sono:

  • Valentia Island: un’isola raggiungibile tramite un ponte, dove è possibile ammirare imponenti scogliere.
  • Ballycarberry Castle: i ruderi di un antichissimo castello, in gran parte distrutto.
  • Skellig Ring: un altro breve anello che si snoda nei pressi della costa, di fronte alle isole Skellig.
  • Sneem: un grazioso e coloratissimo paesino, ideale per fare una sosta rigenerante lungo il viaggio.
Guidare in Irlanda; la coloratissima cittadina di Sneem, lungo il Ring of Kerry.
La coloratissima cittadina di Sneem, lungo il Ring of Kerry.

Se hai a disposizione disposizione abbastanza tempo, ti suggerisco di strutturare l’itinerario del Ring of Kerry su almeno due giorni e di dedicare una giornata all’escursione sull’isola di Skellig Michael!

Guidare in Irlanda: conclusioni

Guidare in Irlanda è un’esperienza meravigliosa, come del resto lo sono sempre i viaggi on the road nel nord Europa: si tratta del modo migliore per vivere, con i propri ritmi, un’esperienza semplicemente indimenticabile alla scoperta del fascino selvaggio e irresistibile dei luoghi più remoti dell’isola.

In questo articolo ho voluto spiegarti come si guida in Irlanda e rispondere ad alcune delle domande che mi capita di sentire più frequentemente quando si parla di un viaggio di questo tipo, dal momento che le tante novità rispetto alla guida negli altri paesi europei possono generare molte preoccupazioni.

Se stai per fare un viaggio in Irlanda e vorresti organizzare al meglio la tua esperienza, contattami subito: pianificheremo insieme il tuo itinerario di viaggio in base alle tue esigenze!

Se questo articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti e continua a leggere le pagine di questo blog per scoprire nuovi racconti e consigli di viaggio legati alle mie avventure in Europa e nel mondo. Seguimi anche sui social per non perderti contenuti sempre nuovi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *